Il doppio

Non lontano da qui vive un signore con gli occhi che parlano. Non fanno rumore, ma sanno essere felici felici, oppure dolci dolci, o stanchi stanchi, o intensi intensi, ma ogni cosa che esprimono, la esprimono due volte, sommate. Il doppio. Questo signore quando guarda, vede, e guarda moltissimo. È capitato per caso oppure no che l’ho conosciuto e subito ha iniziato a guardare e a vedere il doppio. Io pensavo fosse un momento così, perchè di persone che guardano e vedono ce ne sono poche, che lo fanno il doppio non credevo ne esistessero. Però passano i giorni, le settimane, i mesi, ed i suoi occhi continuano a guardare, vedere, parlare. Anche lui parla, ma i discorsi più profondi continua a farli con gli occhi. E adesso che son qui ad ascoltare il frinire delle cicale nella sera chiedendomi perché friniscono che è sera, vedo i suoi occhi anche senza chiudere i miei e mi chiedo se tutto questo ha un nome, se lo deve avere o se posso semplicemente viverlo al di là delle definizioni. Non che cerchi risposte, che per altro ho già, solo che le cicale friniscono di sera ed io vorrei tanto che lui mi guardasse. 

Le cicale hanno smesso improvvisamente di frinire. 

Io non smetto di volerti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...