Albume

Mentre tornavo a casa per la pausa pranzo, incrocio, sulla via di Damasco, una ragazza che avrà avuto la metà dei miei anni ed il doppio (abbondante) delle mie tette. Per amor di verità va detto che nessuna delle due cose costituisce impresa eroica, ad ogni modo ella giungeva in senso opposto al mio preannunciata da un importante sballonzolare che la semplice maglietta, per altro accollata, non riusciva a mimetizzare ne tanto meno provava ad arginare. Fossi stata un uomo non so, ma essendo donna, m’è scattato il CNR, e ho iniziato con l’osservazione e la sperimentazione. Abbasso lo sguardo e osservo le mie tette rilevando che a) sono immobili b) sostanzialmente mi sto guardando i piedi. Ciò non di meno, animata da ingiustificato ottimismo penso che forse dovrei imprimere più energia nella camminata e comincio a saltellare (che è la prima cosa che viene in mente a chiunque percorra Via Cadore sotto il sole delle 12.30 con un umidità affettabile). Mentre mi adopero per evitare il collasso scopro una cosa interessante: le mie tette sono l’unica cosa che non sballonzola del mio corpo. Per il resto braccia, gambe, pancia, faccia e culo sul podio si stanno montando a neve, tanto sbatacchiano. Ma raggiungo una nuova consapevolezza: ora so perché quest’anno Victoria’s Secret non mi ha chiamata. Per via dell’età.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...