“La piova che viene e lava…” (M. Paolini)

C’è un tratto di ciclabile che porta dall’acquedotto al campo sportivo, poche centinaia di metri che costeggiano il paese, a sinistra la campagna, caliginosa e fradicia, a destra le prime case.

Passeggiavo stamattina sul sentiero coperto di foglie, sotto la pioggia.

Pochi metri e cessa ogni rumore che non sia un’ espressione d’acqua, una variante del silenzio. Il crepitare delle gocce sull’ombrello, il “puciciacco” dei passi fradici, pioggia fra i rami, pioggia nel fosso, pioggia su terra. Nell’aria vapore di respiro e lontano solo un rumore di caldaia che sbuffa e lavora e scalda.

Passeggiavo ritrovando un tempo diverso in cui amavo creare rifugi negli angoli, fra le piante, contro un muro, sotto una gronda, in un cespuglio, l’edera così vicina e sopra la testa e la schiena due ombrelli sovrapposti, un telo, magari la giacca a vento, qualcosa a fermare il mondo che grondava e io sotto rannicchiata stretta ad occhi chiusi ad ascoltare la pioggia fuori ed a scoprire i miei posti caldi dentro. E giocavo a pensare a tutto il freddo intorno e subito alla mia pancia calda, nel rifugio, sotto i vestiti, al centro del mio corpo rannicchiato, immaginando di poter stare tutta lì, in quel punto al riparo, ed era bellissimo. Oppure fra le gambe, o dietro le ginocchia, nelle pieghe dei gomiti, sotto le ascelle: se stringevo bene, il caldo non scappava, era tutto un altro mondo, posti giusti per sognare e che tutto intorno piovesse freddo il cielo.

Erano momenti senza tempo, in cui ….

E qui mi sono interrotta, perché non c’è più silenzio e le mie sensazioni sono timide.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...