Ho una cultura umanistica

Ho una cultura umanistica.

Ho una cultura umanistica e vendo software.

Ho una cultura umanistica e vendo software nell’azienda di papà.

Sono la figlia del capo con una cultura umanistica.

In realtà le figlie del capo sono 2, ma siccome io ho una cultura umanistica, cambio identità e ruolo aziendale a seconda di chi mi cerca e per cosa.

Quindi in effetti possiamo dire che sono le figlie del capo di un’azienda che vende software e ho una cultura umanistica.

Forse potrei impersonarci davvero entrambe, io e mia sorella…

Cosa significa avere una cultura umanistica ? Genericamente avere un bagaglio culturale basato principalmente su materie umanistiche (aridaje), nello specifico di un’ azienda che vende software, essere completamente avulsa dal contesto, ma siccome sono la figlia del capo, non me ne cruccio e il capo, sentendosi in colpa d’avermi generato e permesso una cultura umanistica, mi tollera.

In effetti io avrei voluto fare la regista, ma la mia adolescenziale (…) tendenza al vizio e allo stravizio ha spronato i miei genitori a dissuadermi dall’impresa con ogni mezzo. Ricordo la serie di argomentazioni vane, pure una fuitina, ed infine il fendente al cuore, quello che mi ha piegato le ginocchia: “dovrai fare la cameriera per anni prima che qualcuno si accorga del tuo talento”.

No dai, la cameriera no… “Princesa” non serve ai tavoli, al più percuote a sangue l’avventore petulante con il vassoio… ci ho visto pochi sbocchi, ho rinunciato.

Ora faccio la figlia del capo con una cultura umanistica in un’azienda che vende software.

Cerco di fare il mio lavoro, addirittura sospetto di essere brava, ma l’anima scalcia fra un preventivo e un ordine… e trova pace di quando in quando nelle raccomandate di aspra contestazione.

Tengo un’antologia latina nel cassetto, che “nzesamai” e in bagno, libri di poesie e una smodata quantità di assorbenti, tutti diversi, perché umanisticamente, non sai mai quale ti potrebbe servire (di poesia e di assorbente). Mia sorella, una volta che era impersonata da se stessa e non da me, ha tentato di riportarmi “sul pezzo” infilando un libercolo sulla costituzione italiana fra i miei di poesie… ho avuto la dissenteria. Non l’ha ancora tolto… ho già perso 6 Kg.

Amo molto la musica, ma di quando in quando vengo colta da dei trip… tipo il pittore che ha il suo periodo blu, io ho il periodo, che so, dei cori alpini…. Quindi cori alpini da mane a sera…e alle mie spalle i colleghi tentano gesti inconsulti… Ricordo con leggero imbarazzo il periodo dei “Tenores de Bitti”… ore e ore di suoni gutturali e sardi…grande contraerea di cancelleria e insulti di rara incisività.

La cultura umanistica è difficile da condividere.

Prima del blog, ogni martedì mandavo a tutti i miei colleghi una poesia e ne ottenevo altrettanti “vai a cagare”, ma senza il punto esclamativo finale, che fa cattivo.

Tengo cibo in ogni angolo, per lo più dove non dovrebbe stare, ma solo perché mentre mangio mi viene una folgorazione umanistica, abbandono il cibo e mi dedico all’animosa questione… salvo poi chiedermi com’è che il vasetto del miele sia finito sullo scanner… è davvero lì, in effetti…faccio un po’ di merenda, e un paio di preventivi.

Un pensiero su “Ho una cultura umanistica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...